News

Più forti con la vitamina C

Lo sapevi che il raffreddore passa più velocemente con il giusto apporto di vitamina C? Lo confermano anche gli studi più recenti, che mettono in luce il ruolo dell'acido ascorbico nel favorire le difese immunitarie.

La vitamina C (o acido ascorbico) contribuisce a rinforzare le difese immunitarie, si rivela quindi un aiuto per contrastare le malattie da raffreddamento. Un ruolo noto da decenni, confermato anche dai più recenti studi, secondo i quali un adeguato apporto quotidiano di vitamine, sali minerali e antiossidanti è funzionale al benessere dell'organismo, impegnato quotidianamente a difendersi dall'aggressione di virus e batteri, responsabili di comuni disturbi come raffreddore e influenza. In questi casi, a non dover mancare è soprattutto la vitamina C. Presente essenzialmente in frutta e verdura, l'acido ascorbico aiuta a ridurre la durata del raffreddore, con ricadute positive anche sui sintomi: la conferma arriva da un aggiornamento della revisione delle principali ricerche sull'argomento pubblicato sulla piattaforma Cochrane.

Sistema immunitario, uno scudo contro i patogeni

Per combattere contro i microbi responsabili di malattie, il sistema immunitario costituisce la principale arma. Si tratta di una complessa rete integrata di sofisticati meccanismi – di cui organi, cellule e mediatori chimici costituiscono le componenti essenziali – con il compito di difendere l'organismo dagli invasori esterni come virus, batteri o altri agenti patogeni. È formato da tessuti e da cellule (principalmente i globuli bianchi) presenti nel sistema linfatico e in quello circolatorio e il suo funzionamento sfrutta anche sistemi meccanici come la pelle, principale barriera contro l'ingresso dei patogeni, e il muco, capace di intrappolare i microbi. 

Attivazione delle difese immunitarie: il ruolo della vitamina C

Sono molteplici le funzioni della vitamina C nel coadiuvare l'attivazione del sistema immunitario. Grazie alla sua importante azione antiossidante, innanzitutto, l'acido ascorbico neutralizza i radicali liberi prodotti dalle cellule del sistema immunitario in lotta contro i microrganismi patogeni, evitandone i danni e rigenerando nel contempo la vitamina E, anch'essa con effetti antiossidanti. Alcuni studi, inoltre, dimostrano la capacità della vitamina C di stimolare la funzionalità di alcune cellule del sistema immunitario: neutrofili, macrofagi e linfociti. Senza dimenticare il contributo dell'acido ascorbico – attraverso il suo intervento nella biosintesi del collagene – nel favorire l'integrità della pelle, primo elemento di difesa di cui si serve il nostro organismo.

 

Fonte:http://www.fromlifetolife.it/page/79/pi-forti-con-la-vitamina-c.html

01/02/2019